Nato a Roma nel febbraio 1975, Fabrizio Corso, ha  intrapreso lo studio del basso elettrico all'età di 15  anni, dapprima come autodidatta e poi sotto la  sapiente guida del Maestro Giancarlo de Paolis; ha  partecipato ai laboratori di musica d'insieme presso le  "Officine Musicali Garbatella" di Roma e ha fatto  esperienza suonando nella Big Band della "Scuola  Popolare di Musica di Donna Olimpia".  Nel 1996 ha partecipato alla Berklee Summer School at Umbria Jazz Clinics, studiando con Bruce Gertz, Jeff Stout e Jim Kelly. Successivamente si è perfezionato con il noto Maestro Toni Armetta. Sin dall'età di 17 anni si è esibito dal vivo con varie formazioni (“Clorophylla”, “440 Hz”, “Murales”),  spaziando in tutti i generi della musica popolare e d'autore, approdando poi al progressive rock con il  gruppo “Luxuria”. Nel 1997 ha suonato nella tournée "Omicron" con Giorgio Brandi e Flavio Paulin (“Cugini di campagna”). Nel 2002 ha preso parte allo spettacolo teatrale "Il mondo è una palla", prodotto da Simona Ercolani  (“Sfide”, Rai 2, con la partecipazione di Piera Degli Esposti, Valerio Mastandrea, Simona Marchini e Diego  Verdegiglio).  Dal 2005 fa parte della tribute band "BoogieWonderBand" che ripropone la musica degli Earth, Wind & Fire  e di Stevie Wonder. Con i membri di tale band ha inoltre preso parte alla realizzazione dell'adattamento italiano del musical  "Hedwig & the Angry Inch" (debutto in prima nazionale al Festival della Versiliana e successivamente in  replica per due mesi al teatro Cometa Off di Roma) per la "Grande Profilo" con la partecipazione di Pierluigi  Misasi, Roberta Fornilli, Yasemin Sannino. Ha inoltre partecipato alla produzione della versione discografica  di tale spettacolo. Collabora con l'etichetta Moody Beat di Roma  per attività live e in studio. Dal 2006 fa parte della band del cantautore Alberto Donatelli  con il quale ha inciso "Vanina", secondo  album dell'artista, in distribuzione sui maggiori negozi di musica on-line.     Fabrizio Corso, amico di lunghissima data di  Guido Rita, è anche un amante della musica  brasiliana, e insieme a lui, a partire dal 2000 ha  collaborato alla stesura e alla realizzazione degli  spettacoli di teatro-canzone "O leãozinho" prima  e del “Brasile di Chico Buarque” poi, veri e propri  viaggi nella poesia e nella musica brasiliana  d'autore. Successivamente  si è esibito in varie occasioni pubbliche e private con la BANDA CHICO, fornendo il suo  apporto e il suo grandissimo talento di bassista elettrico, ma anche di percussionista e di arrangiatore.   Fabrizio attualmente è anche un ottimo maestro di basso e offre lezioni private per qualsiasi livello ed età,  spaziando dalla musica rock fino a sconfinare nel jazz.  Per scaricare in CV dettagliato di Fabrizio Corso clicca qui. Torna a “Collaborazioni”